venerdì 6 gennaio 2012

Inno Ambrosiano per L'Epifania del Signore



www.mirabileydio.it
In epiphaniis Domini(S.Ambrogio)
Illuminans altissimusO Gesù, pace, vita, luce, verità
micantium astrorum globos,che Altissimo illumini
pax, vita, lumen, veritas,i globi dei risplendenti astri
Iesu, fave precantibus.ascolta benigno chi ti invoca.
Seu mystico baptismateSia perchè tu nel giorno odierno consacri
fluenta Iordanis, retrocol tuo mistico battesimo
conversa quondam tertio, le fluenti acque del Giordano, che in passato
praesenti sacraris die. erano state fermate per tre volte.
Seu stella partum virginisSia perchè tu in questo giorno,
coelo micans signaveris,con la fulgente stella, hai indicato dal cielo
et hac adoratum dieil luogo del parto della Vergine,
praesepe magos duxeris.ed hai guidato i Magi ad adorarti
www.mirabileydio.it
Vel hydriis plenis aquaeOppure perché tu hai infuso nelle idrie

vini saporem infuderis;ricolme d’acqua il sapore del vino:
hausit minister consciusne assaggiò il servo, ben sapendo
quod ipse non impleverat.che non era stato lui a riempirle;
Aquas colorari videns,vedendo che l’acqua si coloriva
inebriare flumina,e che bevendola ci si inebriava,
mutata elementa stupetsi meraviglia che mutati elementi
transire in usus alteros.passino ad altri usi.
Sic quinque millibus virisCosì pure perchè, mentre dividi cinque pani
dum quinque panes dividis,fra cinque mila persone,
edentium sub dentibussotto i denti di quanti mangiavano,
in ore crescebat cibus.nella bocca il cibo cresceva.
Multiplicabatur magisIl pane si moltiplicava
dispendio panis suo;più di quanto veniva consumato:
quis haec videns mirabiturchi, assistendo a questo prodigio,
iuges meatus fontium?potrà stupirsi del perenne sgorgare delle fonti?
Inter manus frangentiumIl pane passa a profusione
panis rigatur profluus;tra le mani di coloro che lo spezzano
intacta quae non fregerante frammenti non ancora spezzati
fragmenta subrepunt viris.scivolano intatti tra le dita degli uomini.

Nessun commento:

Posta un commento